• Giornata di studi - Strade della memoria. Storie di confine tra sguardi incrociati e interventi sul territorio

    Giornata di studi - Strade della memoria. Storie di confine tra sguardi incrociati e interventi sul territorio

    11 gennaio 2013
    Gorizia, Fondazione Carigo
    link
  • Incontro - dialogo con Moni Ovadia

    Incontro - dialogo con Moni Ovadia

    Ascoltare le memorie lungo il confine
    7 novembre 2012
    Gorizia Auditoriun della cultura friulana
    link

  • Mostra multimediale

    Mostra multimediale

    Le vite degli altri. Voci e sguardi tra luoghi della memoria e memorie dei luoghi
    9 marzo/15 aprile 2012
    Gorizia Borgo Castello
    link

  • Mostra multimediale

    Mostra multimediale

    Le vite degli altri. Voci e sguardi tra luoghi della memoria e memorie dei luoghi
    9 marzo/15 aprile 2012
    Gorizia Borgo Castello
    link

  • Mostra multimediale

    Mostra multimediale

    Le vite degli altri. Voci e sguardi tra luoghi della memoria e memorie dei luoghi
    9 marzo/15 aprile 2012
    Gorizia Borgo Castello
    link

  • Mostra multimediale

    Mostra multimediale

    Le vite degli altri. Voci e sguardi tra luoghi della memoria e memorie dei luoghi
    9 marzo/15 aprile 2012
    Gorizia Borgo Castello
    link

  • Topografie della memoria - Museo diffuso dell'area di confine

    Topografie della memoria - Museo diffuso dell'area di confine

    Un percorso multimediale e interattivo tra i luoghi della memoria e le memorie dei luoghi.
    www.topografiedellamemoria.it
  • Topografie della memoria - Museo diffuso dell'area di confine

    Topografie della memoria - Museo diffuso dell'area di confine

    Un percorso multimediale e interattivo tra i luoghi della memoria e le memorie dei luoghi.
    www.topografiedellamemoria.it
  • Topografie della Memoria - Museo diffuso dell'area di confine

    Topografie della Memoria - Museo diffuso dell'area di confine

    Un percorso multimediale e interattivo tra i luoghi della memoria e le memorie dei luoghi.
    www.topografiedellamemoria.it
Strade della memoria è un portale che raccoglie e mette a disposizione degli utenti un vasto patrimonio di testimonianze orali e (audio)visive con particolare attenzione alle aree di confine.
L’Archivio intende unire il rigore nella ricerca scientifica e nelle modalità di catalogazione – attraverso l’adeguamento a standard internazionali – all’immediatezza della consultazione.
Il progetto, aperto e in continua evoluzione, si propone di coinvolgere il maggior numero di enti, istituzioni, studiosi e privati cittadini interessati alla salvaguardia della memoria storica.

Streets of memory (Strade della Memoria) is a portal that collects and provides users with a vast collection of oral and audiovisual personal accounts which are focused on border areas.
The Archive aims to combine the rigour of the scientific research and the cataloguing methodology - by conforming to international standards - with the immediacy of the consultation.
The project, open and constantly evolving, aims to involve the largest number of organisations, institutions, scholars and private individuals interested in the preservation of historical memory.

Ultime schede aggiunte all'archivio

  • BDI

    Intervista a Franco Giraldi

    Franco Giraldi nasce a Comeno (Komen, oggi in Slovenia) nel 1931. La madre è un’insegnate slovena di Barcola, il padre un italiano originario di una località vicina a Pirano. Il rapporto tra le diverse etnie e culture delle sue terre d'origine dalla famiglia si riflette in maniera significativa anche nella vita di Franco. Dopo aver trascorso due anni in Africa a seguito del padre, frequenta la ter…

  • BDI

    Intervista a Amelia Goslino

    Amelia Goslino nasce a Trieste nel 1936. I suoi genitori provenivano dal Piemonte, dalla provincia di Asti il padre, da quella di Alessandria la madre. Amelia si definisce “italiana vera” e focalizza la sua testimonianza sul periodo del Governo militare alleato e del Territorio libero di Trieste in cui ha lottato per l’appartenenza di Trieste all’Italia.Fin da giovane appare estremamente attiva ne…

  • BDI

    Intervista a Drago Slavec

    Drago Slavec, italianizzato dal fascismo in Carlo Salvi, è originario di Dolina (frazione di Trieste). Il padre, Karlo Slavec era contadino mentre la madre Marija Kocjan si occupava delle faccende di casa. Di cultura e origine slovena, Drago è stato segnato fortemente dall’esperienza della lotta partigiana, prima a fianco di Tito e poi, in seguito ad un periodo di prigionia e di lavoro forzato in …

  • BDI

    Intervista a Ennio De Vivo

    Ennio De Vivo nasce a Trieste nel 1935 e vive nel rione di San Giacomo, detta “Stalingrado”. Il nonno con i 4 fratelli e sorelle arriva a Trieste come ferroviere nel 1935. Il padre di Ennio nasce a Trieste nel 1905. Dopo la guerra, nel 1949 Ennio inizia a lavorare come apprendista meccanico in un’officina che lo porta a contatto con il porto di Trieste. Nel 1952 s’imbarca sulla nave Otranto dirett…

  • BDI

    Intervista a Ljubo Susic

    Ljubo Susic, nato a Trieste da genitori cittadini del Regno di Jugoslavia, trascorre l’infanzia in una scuola serba, dove apprende il cirillico ma non la lingua italiana, che imparerà “per strada”, giocando con gli altri bambini. Fino a dieci anni ancora non comprende quale possa essere la differenza tra il regime fascista, assolutamente non tollerato dal padre, soldato austriaco durante la prima …

  • BDI

    Intervista a Maria Poljsek

    Maria Poljšak nasce a Barcola (frazione di Trieste) il 17 gennaio 1934. Il padre è muratore, verrà arruolato durante la guerra e farà ritorno a casa solo nel 1945, la madre si occupa delle figlie e durante la guerra porta il sale in Friuli in cambio di beni alimentari. Tutti conoscono la signora Poljšak col nome di Vera, lei stessa vi si identifica, ma all’anagrafe risulta come Maria, perché i fas…

  • BDI

    Intervista a Saverio Ramires

    Saverio Ramires nasce a Trieste nel 1935. Il padre, barbiere originario di Barletta, si trasferisce a Trieste per ottenere un posto come impiegato alle poste. A seguito della morte della madre, nel 1938, Saverio e le sue due sorelle vengono affidati al ricovero per gli Orfani di Trieste. Qui Saverio inizia a frequentare le scuole elementari per poi essere affidato a una coppia di sorelle che lo po…

  • F

    Ritratto di Ljubo Susic durante le commemorazioni organizzate in memoria delle vittime dei sottocampi di Mauthausen, 2009

    Ritratto di Ljubo Susic (al centro) e Riccardo Goruppi (sulla destra) durante le commemorazioni organizzate in memoria delle vittime dei sottocampi di Mauthausen, ai due lati della galleria Loibl-Ljubelj, sul confine tra Slovenia e Carinzia, dove i nazisti avevano trasferito da Mauthausen deportati di vari paesi europei, 2009

  • F

    Ritratto di Ljubo Susic durante le commemorazioni organizzate in memoria delle vittime dei sottocampi di Mauthausen, 2009

    Ritratto di Ljubo Susic (sulla sinistra) e Riccardo Goruppi (sulla destra) durante le commemorazioni organizzate in memoria delle vittime dei sottocampi di Mauthausen, ai due lati della galleria Loibl-Ljubelj, sul confine tra Slovenia e Carinzia, dove i nazisti avevano trasferito da Mauthausen deportati di vari paesi europei, 2009

  • F

    Testimonianze dal passato, 2013

    Immagine che ritrae una parete della casa di Drago Slavec dove è esposto un mosaico di fotografie del testimone, 2013

UN PROGETTO DI:

Logo quarantasette | zeroquattro

CON IL SUPPORTO DEL PROGRAMMA EUROPE FOR CITIZENS DELL’UNIONE EUROPEA:

Logo Europe for Citizens

CON IL FINANZIAMENTO DI:

Logo FVG Logo Giovani FVG
Logo provincia di Trieste Logo provincia di Trieste
Logo Gorizia Logo Carigo

Copyright © Strade della memoria · All Rights Reserved