BIBLIOGRAFIABIB
Titolo: 

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea. Dossier: Il mosaico dei confini. Le frontiere della modernità [on line], N. 1

Titolo contributo: 
Memorie di confine e identità plurime. Il confine italojugoslavo nei racconti di vita dei testimoni: 1943-47
Tipo: 
Rivista elettronica
Anno edizione: 
ottobre 2009
ISSN: 
2038- 0955
FOTOGRAFIE
INTERVISTE
  • BDI
    Licia de Fornaseri nasce il 26.3.1927 a Lucinico (Gorizia). Il padre è macellaio a Lucinico, la madre casalinga. Diplomata all'Istituto Tecnico di Gorizia vive a Lucinico fino al matrimonio con Livio Sgubin, dopo il quale si trasferisce a Gorizia. Dopo la guerra inizia a lavorare come amministrativa presso la ditta edile del marito.

  • BDI
    Nata a Vipulzano (Slo) il 4.8.1927 vive a Lucinico, frazione di Gorizia. La famiglia aveva una piccola proprietà terriera nel Collio Goriziano. Iolanda frequenta le scuole elementari e medie a Gorizia. Nel 1946 decide di andare a fare l’università a Lubiana. Dopo un anno lascia l’università e si iscrive ad un corso per assistente sanitario. Nel 1947 la sua famiglia decide di lasciare le proprietà terriere che avevano a Gorizia e di trasferirsi in Slovenia. Nel 1953, Iolanda decide di tornare a vivere a Gorizia dove rimarrà tutta la vita.


  • BDI
    Evelina Gaggio nasce a Salona d’Isonzo l’8 maggio del 1930.
    Il padre, originario di Treviso, partecipa alla Prima guerra a Gorizia. Durante il fascimo la famiglia viene fatta trasferire dal Veneto a Salona d’Isonzo con lo scopo di italianizzare la zona. Il padre lavora alla Safog (fabbrica tessile) e poi parte per l’Africa. Il fratello di Evelina entra nella Resistenza slovena e si batte per la “Fratellanza dei popoli”. Evelina, dopo gli studi, inizia a lavorare alla Standa di Gorizia e poi in numerosi altri esercizi commerciali. Dopo la nascita del confine si sposa con Italico Chiarion e si iscrive al Pci. Apre e conduce un piccolo negozio di alimentari.

  • BDI
    Italico Chiarion nasce a Gorizia il 9.4.1930 da una famiglia originaria del Veneto. Durante l’occupazione nazista del Litorale adriatico si trova a Spilimbergo. Torna a Gorizia dopo i quaranta giorni di amministrazione jugoslava. Nel 1946 si iscrive all’Agi e durante le manifestazioni per l’appartenenza nazionale di Gorizia si batte a favore dell’Italia. Dopo il settembre del 1947 aderisce al ricostituito PCI. Si sposa con Evelina Gaggio.


  • BDI
    Adele Dornik nasce a Gradisca d’Isonzo il 17.11.1926. Per alcuni anni lavora presso il catasto di Gorizia. Dal 1941 inizia a collaborare con la Resistenza slovena. Durante il maggio del 1945 decide di schierarsi a favore dell’annessione di Gorizia alla Jugoslavia e inizia a collaborare con le associazioni slovene di Gorizia. Dopo la formazione del confine decide di rimanere a vivere a Gorizia.


  • BDI
    Vilma Braini nasce il 14.6.1928 a Gorizia. La famiglia è di origine slovena. Vive e cresce a S. Andrea (quartiere sloveno di Gorizia). Nel 1943, diventa staffetta con partigiani sloveni. Nel 1944 viene deportata in un campo di concentramento nazista da cui fa ritorno nel giugno del 1945. Dopo la guerra rimane a vivere a S. Andrea e viene assunta come operaia. Diventa dirigente del Pci.



  • BDI
    Intervista a Vilma Braini raccolta nell'ambito del progetto “Riprendere la memoria” a cura degli studenti appartenenti al Polo liceale di Gorizia in collaborazione con l'Associazione 4704.



  • BDI
    Renata Santin nasce a Velletri (Roma) il 29.8.1916. Si trasferisce a Gorizia da bambina a seguito del padre ferroviere. La madre è casalinga. Vanno ad abitare nelle case per ferrovieri costruite dietro la Stazione transalpina. Durante la guerra la loro casa viene bombardata e per qualche tempo dovranno chiedere ospitalità ai parenti. Renata si sposa con il sig. Lamberti (prima militare nei balcani e poi dopo l'8 settembre del 1943 prigioniero in Germania) da cui ha un figlio nato nel 1941.

UN PROGETTO DI:

Logo quarantasette | zeroquattro

CON IL SUPPORTO DEL PROGRAMMA EUROPE FOR CITIZENS DELL’UNIONE EUROPEA:

Logo Europe for Citizens

CON IL FINANZIAMENTO DI:

Logo FVG Logo Giovani FVG
Logo provincia di Trieste Logo provincia di Trieste
Logo Gorizia Logo Carigo

Copyright © Strade della memoria · All Rights Reserved